sabato, 18 Novembre 2017
  • en
  • es
  • pl
  • it

Madrid: uniti per la fraternità

Per la commemorazione del V centenario della Bolla “Ite Vos”, che ha portato alla divisione finale tra Conventuali e Osservanti, dal 22 al 24 maggio 2017, Madrid è diventata la capitale del francescanesimo durante la celebrazione del VII Congresso della Scuola di Studi francescani, che si tiene nel convento dei Cappuccini nel santuario “El Pardo”. Lo slogan dell'incontro è stato: “…ma tutti siano chiamati semplicemente frati minori” (Rnb 3,3), uniti per la fraternità”.

Si sono riuniti un grande gruppo di fratelli e sorelle della Famiglia Francescana, con la presenza dei tre nostri Ministri generali: Fra Marco TASCA, Ministro generale OFMConv; Fra Michael PERRY, Ministro generale OFM e Fra Mauro JÖHRI, Ministro generale OFMCap; ha partecipato anche Tibor KAUSER, Ministro generale dell'Ordine Francescano Secolare. Erano presenti anche i Ministri provinciali delle Provincie francescane di Spagna e Portogallo, e le Superiore provinciali degli Istituti religiosi francescani, e una rappresentanza delle Sorelle Povere di Santa Chiara e delle Clarisse Cappuccine.
Nel suo intervento, dal titolo "La fraternità francescana: un tesoro comune", Fra Marco TASCA ha affrontato il tema della relazione come elemento vitale del pensiero sanfrancescano, che diventa necessario ricuperare oggi come chiave ermeneutica per la vita francescana. Prendendo le mosse dalle Ammonizioni di S. Francesco, il Ministro generale dei Frati Minori Conventuali si è concentrato sul lavoro formativo, e l’appello vitale dell’aggettivo "beato" associato all'unione fraterna dei fratelli. Oltre ai contributi dei Ministri generali, i partecipanti hanno ricevuto contributi di pensiero filosofico, offerti da filosofi, teologi e artisti, e hanno partecipato a diversi lavori e gruppi di riflessione. Fra Joaquín AGESTA, Assistente generale della FIMP, è intervenuto nella Tavola rotonda su “Le esperienze di comunione tra le obbedienze nell’ambito europeo”, presentando le recenti esperienze dei frati dell’Umbria (“frati in capitolo”) e quella di Amatrice (Rieti).
Il risultato del lavoro è rimasto sintetizzato ne "La Dichiarazione di Madrid", documento in cui viene rilevato come siano ormai superati i tempi dell’incomprensione, delle rivalità… ed è tempo di sanare tutte le ferite: "Con la novità carismatica significata nell’unica fraternità francescana, siamo chiamati a 'nuovi tempi per una nuova fraternità'. A questo punto non ha senso rimanere con i nostri problemi locali o familiari: uguaglianze/disuguaglianze, inclusione/esclusione, dignità/indegnità … Con la creatività e la fedeltà al carisma, ora è il momento di scommettere su un progetto che fa parte del nostro patrimonio evangelico: "Perché tutti siano una cosa sola" (Gv 17, 21).

Javier ORTEGA, Redattore di “Antena Conventual”

Modulo d’accesso

Scrivi Nome di utente e Password

Per ottenere dati di accesso vai a >>> registrazione