venerdì, 20 Ottobre 2017
  • en
  • es
  • pl
  • it

Seraphicum sulle orme di san Paolo

Quattro anni fa, la comunità dei frati stabili del Seraphicum, aveva fatto l’esperienza fraterna degli esercizi spirituali in Terra santa. Quest’anno, ha voluto ripetere l’esperienza, quasi a volere completare la precedente, ripercorrendo, questa volta, l’itinerario di predicazione di san Paolo in Grecia.

Sono stati otto giorni, dal 18 al 25 settembre, di intenso ascolto della cultura greca e della predicazione di san Paolo. Senza dire che sono stati otto giorni di spostamento da un luogo a l’altro, ripercorrendo l’itinerario dell’Apostolo.
Due guide ci hanno preso, come per mano, per accompagnarci lungo l’impegnativo viaggio. Apostholos e don Romano PENNA. Apostholos, una guida greca, che parla molto bene la lingua italiana e, a dire dell’agenzia di cui ci siamo serviti e dei suoi colleghi del posto, una delle più brave della sua terra, ci ha fatto immergere nella mitologia, nella storia e nell’archeologia della Grecia e dei siti visitati. Una grande cultura la sua che ci ha fatto navigare nel tempo, nel sentimento religioso greco e lungo i percorsi dell’uomo di ieri e di oggi. Don Romano PENNA, uno dei massimi conoscitori di san Paolo a livello biblico e teologico e docente nella nostra Facoltà teologica, che ci ha introdotti nel pensiero dell’Apostolo, nella problematicità di alcuni aspetti biblico-teologici, nella sua passione per Cristo e per il Vangelo, nella sua affettività profonda verso le chiese da lui fondate e verso alcuni suoi collaboratori. Giornate intere di ascolto, camminando o, se si preferisce, giornate intere di cammino, ascoltando. Ma ne è valsa la pena. Anche Costantina, la guida che ha sostituito Apostholos, l’ultimo giorno, era alla sua stessa altezza. Non era nemmeno un segreto che l’agenzia aveva fatto di tutto perché avessimo con noi, come accompagnatori greci, il massimo che per quell’itinerario si potesse avere. Bravi!
Certo, è toccato a noi, come ci aveva suggerito il guardiano Fra Felice fin dall’inizio, fare diventare tutta quella proposta di contenuti, anche itinerario spirituale per il nostro cammino di fede e di consacrazione al Signore. Forse, per quest’altro aspetto, non si è avuto molto tempo a disposizione, ma il tempo, per grazia di Dio, sta davanti a noi e possiamo ancora farci rivivere dentro tutto quel bene per farlo crescere e maturare.

testo: Fra Felice FIASCONARO
foto: Fra Franciszek CZARNOWSKI

Accesso

Scrivi Nome di utente e Password

Per ottenere dati di accesso vai a >>> registrazione