domenica, 20 Agosto 2017
  • en
  • es
  • pl
  • it

Vaticano: i penitenzieri dalla guardia pontificia

Domenica sera, 22 gennaio 2017, la comunità dei penitenzieri vaticani si è incontrata con i membri della guardia svizzera.

In questo modo il comandante della guardia, il colonnello Christoph GRAF, ha voluto ringraziare i francescani per il servizio prezioso delle confessioni svolto nella Basilica di San Pietro durante l’Anno Santo straordinario. L’occasione particolare è stata la ricorrenza del 511° anniversario della fondazione dell’esercito pontificio.
Le celebrazioni sono iniziate con la Santa Messa nella chiesa di Santa Maria della Pietà in Campo Santo, che si trova nel cimitero tedesco in Vaticano. La liturgia è stata presieduta dal rettore del Collegio dei Penitenzieri, Fra Rocco RIZZO, e hanno concelebrato i francescani “vaticani”, il cappellano della Guardia ed altri sacerdoti. Alla fine è risuonato l’inno nazionale “Salmo Svizzero”, durante il quale il clero e il comando della guardia si sono recati alla cappella laterale, nella cui cripta sono sepolti i soldati della Guardia svizzera che sono morti in battaglia il 6 maggio 1527 difendendo Papa Clemente VII.
La prima parte delle celebrazioni si è conclusa con una marcia militare, attraverso Piazza San Pietro, verso la caserma. Nel cortile si è tenuta una cerimonia in onore della bandiera della guardia pontificia, durante la quale il vice-comandante, il colonnello Philipp MORARD, in un breve discorso, ha incoraggiato le guardie a coltivare la fermezza d’animo e di corpo. Al termine della parata militare gli ospiti invitati, accompagnati dal capitano Adriano AMBORDA, hanno potuto vedere l’arsenale storico delle truppe pontificie.
L’ultimo appuntamento del programma è stata la cena preparata dalle guardie. A ricordo dell’incontro ciascuno dei penitenzieri ha ricevuto un piccolo regalo.

Fra Lucjan Maria BOGUCKI

Accesso

Scrivi Nome di utente e Password

Per ottenere dati di accesso vai a >>> registrazione